Parigi, le indagini e il lutto dopo gli attentati | Sky TG24 | Live Blog

Parigi, le indagini e il lutto dopo gli attentati

  • A meno di due giorni dagli attacchi terroristici costati la vita ad almeno 132 persone (qui la cronaca degli eventi), la Francia e il mondo si interrogano sulla propria vulnerabilità, mentre gli inquirenti sono al lavoro per chiarire la dinamica di quanto accaduto e scoprire eventuali complicità. "E' stato un atto di guerra" ha dichiarato Francois Hollande, che ha proclamato lo stato di emergenza. Non si ferma intanto l'identificazione di vittime e feriti.

    Ecco quello che al momento si sa sugli attentati nella capitale francese.


    Le vittime - Secondo fonti ufficiali sono almeno 129, di cui 89 solo al teatro Bataclan. Tra le persone rimaste uccise anche un'italiana, Valeria Solesin. I feriti sono 352. Oltre 40 le persone ancora in rianimazione.

    I terroristi - Sarebbero stati in otto, secondo gli inquirenti. Tra loro un cittadino francese già noto ai servizi di sicurezza. Tra gli attentatori forse anche una donna. La Procura belga ha identificato due kamikaze: un francese e un belga. La polizia francese, poi, ha diffuso la foto dell'ottavo terrorista in fuga.

    Le indagini - La Seat nera, usata da quello che si ritiene sia il terzo gruppo di terroristi, è stata ritrovata a Montreuil, sobborgo orientale della capitale francese. Il ritrovamento alimenta la pista che gli attentatori abbiano cambiato auto per poi dirigersi probabilmente alla volta del Belgio. Sono sette gli arresti effettuati in questo Paese.

    La dinamica - Secondo il procuratore di Parigi gli attacchi sono stati condotti da tre squadre coordinate (la mappa). Uno degli attentatori voleva entrare allo stadio, ma si è fatto esplodere quando è stato scoperto.

    Il padre di Valeria Solesin: "E' morta" - Valeria Solesin, la studentessa veneziana scomparsa durante l'assalto al Bataclan è tra le vittime della strage. Ad informare il padre della ragazza, il fidanzato della giovane, che era con lei al concerto. Il genitore di Valeria ha detto di essere certo della morte della figlia. La notizia è stata confermata anche dal console italiano davanti all'obitorio di Parigi.

    Le reazioni - In Turchia si apre oggi il G20, in cui si parla di terrorsitmo. Hollande non c'è, sostituito dal ministro degli esteri Fabius. In Italia intanto livello di allerta alzato al secondo stadio. Lunedì attesa informativa alla Camera.

    Intensificati raid in Siria - In serata la Francia ha bombardato Raqqa, capitale siriana dell'Isis. Sganciate 20 bombe. Il ministero della Difesa: colpito centro comando dello Stato Islamico e campi d'addestramento.
    da Redazione Sky TG24 modificato da Redazione Sky TG24 11/15/2015 7:01:51 AM
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform